telefono +39 351 601822 info@consorzioleader.it

Maggiori Informazioni

DECRETO LEGISLATIVO
14 settembre 2015, n. 147 

Disposizioni recanti misure per la crescita
e l’internazionalizzazione delle imprese.

Maggiori Informazioni

DECRETO 28 novembre 2017

Revisione del regime di tassazione agevolata dei redditi derivanti dall’utilizzo di software protetto da copyright , di brevetti industriali, disegni e modelli, nonché di processi, formule e informazioni relativi ad esperienze acquisite nel campo industriale, commerciale o scientifico giuridicamente tutelabili.

Internazionalizzazione delle Imprese

Patent Box

Screening per le imprese internazionali

L’INTERNAZIONALIZZAZIONE cos’è?

L’internazionalizzazione rappresenta una scelta strategica quasi obbligata per tutte le imprese che vogliono crescere, migliorare ed affermarsi sui nuovi mercati esteri, in nuovi scenari competitivi, caratterizzati dalla globalizzazione e dal conseguente progressivo aumento della concorrenza, che pone l’azienda in condizione di affrontare giorno dopo giorno sfide sempre più stimolanti e complesse.

Essere presenti sui mercati esteri è diventata un’esigenza di molti imprenditori e manager, vista come un’opportunità da cogliere per poter formulare quelle strategie che permettano di conservare ed in breve tempo aumentare, la quota di mercato nei business markets esteri.

Gli esperti professionisti del Consorzio LEADER affiancano tutti i consorziati nella pianificazione strategica del processo di internazionalizzazione dell’impresa.

Come si sviluppa il servizo di internazionalizzazione dell’impresa?

Per vendere all’estero le aziende italiane devono definire due modalità importanti:

  • il paese di riferimento estero più conveniente
  • come presentare il proprio prodotto sul mercato estero di riferimento per avere le migliori performance

Per ottenere risultati certi e celeri diventa fondamentale definire in maniera precisa il gli obbiettivi relativi al paese estero di riferimento e come deve presentarsi su quel mercato l’aziada e il proprio prodotto.

Per questo diventano essenziali i seguenti servizi:

  • analisi dei punti di forza e debolezze aziendali
  • analisi delle opportunità
  • analizi di potenziali punti deboli del paese
  • scelta delle destinazioni per il breve, medio e lungo termine
  • indicazione della strategia da seguire
  • variabili macroeconomiche paese come popolazione, crescita PIL, apertura al made in Italy, ecc.
  • flussi commerciali relativi il prodotto aziendale, quali i principali importatori, i prezzi medi di acquisto, la crescita delle importazioni, ecc.
  • analisi delle distanze geografica, dei dazi doganali, di eventuali rischi paese
  • analisi della struttura aziendale

PATENT BOX cos’è?

Il “Patent Box”, è un’agevolazione introdotta del decreto MISE – Mef, del 29 agosto 2015, e consiste nello strumento di tassazione agevolata sui redditi derivati dall’uso delle opere di ingegno come ad esempio marchi e brevetti, software e disegni e know how.

Il decreto ha quindi attuato le disposizioni contenute nella Legge di Stabilità 2015, ovvero, quelle relative ad un regime opzionale di tassazione per i redditi derivati dall’uso di opere d’ingegno con la possibilità di dedurre dal reddito il 30% nel 2015, il 40% nel 2016 e il 50% dal 2018.

Per maggiori informazioni: Patent Box da Agenzia delle Entrate.

Nel 2017, per effetto della Manovra Correttiva 2017, dal regime di tassazione agevolata delle opere d’ingegno, sono stati esclusi i marchi, mentre a partire da questo anno il “Patent Box” entra a regime con una deduzione massima del 50%.

Regime di tassazione agevolata dei redditi derivanti dall’utilizzo di beni immateriali, quali sono? 

Con la terminologia di “beni immateriali” si intendono le opere d’ingegno, il cui uso consente di usufruire della tassazione agevolata con il decreto c.d. “Patent Box”, ecco quali sono:

  • Software protetto da copyright
  • Brevetti industriali
  • Brevetti invenzioni
  • Invenzioni biotecnologiche
  • Brevetti per modello utilità
  • Brevetti e certificati di specie vegetali
  • Topografie di prodotto a semiconduttori
  • Marchi di impresa
  • Marchi collettivi registrati o in fase di registrazione, non rientrano nel patent box. I marchi, dal 1° gennaio 2017, non possono più beneficiare della tassazione agevolata delle opere d’ingegno.
  • Disegni e modelli tutelabili a livello giuridico;
  • Informazioni aziendali ed esperienze tecnico-industriali comprese quelle commerciali, scientifiche protette da informazioni segreto e giuridicamente tutelabili.

Se un bene immateriale rientra in una o più fattispecie o è completare di una o dell’altra, o se per funzionare ha bisogno di due prodotti o di un processo, solo un bene può essere considerato immateriale e quindi agevolative come opera d’ingegno.

 

Vuoi aderire al Consorzio LEADER?

vuoi leggere il codice etico?