telefono +39 351 601822 info@consorzioleader.it

maggiori informazioni

Scarica la brochure

CREDITO D’IMPOSTA PER L’ATTIVITÀ DI RICERCA & SVILUPPO

Il credito d’imposta per attività di Ricerca e Sviluppo è un’agevolazione che consente a tutte le imprese di ottenere un beneficio fiscale fino al 50% dei costi sostenuti.

L’incentivo è direttamente deducibile dalle imposte da versare e cumulabile con bandi e altri contributi pubblici.

Il 29 luglio 2015 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale (G.U. n. 174) il Decreto del 27 maggio 2015 (di seguito DM), emanato dal Ministro dell’Economia e delle Finanze di concerto con il Ministro dello Sviluppo Economico, recante le disposizioni necessarie all’attuazione della disciplina del credito d’imposta per investimenti in attività di ricerca e sviluppo di cui all’articolo 3 del Decreto-legge 23 dicembre 2013, n. 145 (cd. Decreto Destinazione Italia), interamente sostituito dall’articolo 1, comma 35 della Legge 23 dicembre 2014, n. 190 (cd. Legge di Stabilità 2015) e poi novellato dall’articolo 1, commi 15 e 16 della Legge 11 dicembre 2016, n. 232 (cd. Legge di Bilancio 2017), nonché le modalità di verifica e controllo dell’effettività delle spese sostenute a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2014 e fino a quello in corso al 31 dicembre 2020, le cause di decadenza e di revoca del beneficio, le modalità di restituzione del credito d’imposta indebitamente fruito.

La circolare 5/E, emanata dall’Agenzia delle Entrate il 16 marzo del 2016, e la circolare 13/E, emanata dalla stessa Agenzia il 27 aprile 2017, hanno chiarito gli aspetti esecutivi legati al nuovo regime del credito d’imposta per ricerca e sviluppo.

PERIODO: 

Per 4 anni a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello del 31/12/2016 e quindi dal 2017 al 2020.

QUANTO:

Modalità di determinazione e condizioni per la fruizione del beneficio per gli anni 2017-2020: Aliquota del 50% dei costi relativi ad attività di Ricerca e Sviluppo. L’importo massimo annuale è 20 milioni di euro per ciascun beneficiario. La soglia minima di spesa in attività di Ricerca e Sviluppo è di 30 mila euro.

CHI:

Possono usufruire del credito d’imposta tutte le imprese che effettuano investimenti in attività di ricerca e sviluppo, indipendentemente dal fatturato, forma giuridica, dimensione e dal settore economico in cui operano, nonché dal regime contabile adottato.

Vuoi aderire al Consorzio LEADER?

vuoi leggere il codice etico?